informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Agevolazioni trasporti della Regione Lazio: info per studenti

Studiare all’università ha molti costi. Non solo quelli diretti che riguardano la retta annuale, i libri da prendere per ogni esame e il materiale didattico. C’è tutto quel che comporta l’essere studente e quindi il vitto e l’alloggio ma anche i trasporti. Muoversi in una grande città come Roma, infatti, non è facile né economico. Per fortuna sono previste delle agevolazioni nella Regione Lazio. Per fortuna, poi, ci sono post come questi che danno informazioni precise sul tema. Ecco qualche dritta sulle agevolazioni nei trasporti della Regione Lazio per gli studenti fermo restando che in tal senso l’UniCusano, comunque, offre servizi ad hoc. Continue Reading

Commenti disabilitati su Agevolazioni trasporti della Regione Lazio: info per studenti Studiare a Roma

Read more

TEMPO LIBERO: dove mangiare a Roma in modo economico

L’università è cultura e la cultura è il cibo per l’anima. Quella è la differenza tra chi farà strada e chi no. Certo è che, a vent’anni, il cibo serve anche per il fisico perché si brucia molto e staccare tra una sessione di studio e l’altra è prezioso. Ecco perché il tempo libero è un valore assoluto che l’università Niccolò Cusano trasmette ai suoi ragazzi spingendoli a gestirlo nel migliore dei modi. Se, come capita in questa fase di vita, i soldi non abbondano, ecco dove mangiare a Roma in modo economico. Compresa la mensa dell’Ateneo nella capitale che per molti versi ha poco da invidiare ad altri luoghi. Si tratta di capire quali infomazioni vi saranno preziose per gestire al meglio quel tratto di tempo libero in grado di rifocillarvi lo stomaco ma, di conseguenza, anche la testa. Volete saperne di più? Non vi resta che posare per un attimo i libri e buttarvi a capofito (e in modo metafotico) nelle… forchette. Continue Reading

Commenti disabilitati su TEMPO LIBERO: dove mangiare a Roma in modo economico Studiare a Roma

Read more

Come diventare educatore professionale a Roma

I giovani non sono solo un luogo comune come vorrebbe una parte di società civile in cattiva fede. E’ vero che i giovani sono il nostro futuro malo sono in modo molto più concreto di quello che vogliono farci vedere certi detrattori dei ragazzi. Se la formazione su di loro è di qualità, cambiano le sorti del paese immediato e degli anni a venire. Ecco perché è un grande progetto di vita voler diventare un educatore professionale. Qualcuno diceva che l’autista della Scuola Bus ha in mano il futuro della Nazione e l’insegnante non è da meno. Nell’antichità la figura del precettore era giustamente venerata, ora i cosiddetti “prof” sono spesso vessati. Voi avete in mano il vostro destino cercando la formazione di Unicusano in tal senso per arrivare al cospetto degli studenti forti di un background. Di seguito informazioni su come si fa a diventare educatori professionali a Roma. Continue Reading

Commenti disabilitati su Come diventare educatore professionale a Roma Studiare a Roma

Read more

La app per fare e ricevere ripetizioni TenBuilders arriva a Roma

Unicusano ha da sempre avuto un ottimo rapporto con la tecnologia. Perché applica all’istante i vantaggi che le novità del momento offrono semplificando ogni giorno di più la vita dello studente. Attraverso uno storico dei nuovi strumenti didattici che propone, infatti, si può creare una mappatura della sua evoluzione lato offerta formativa. Ora, in sintonia con questa filosofia, arriva a Roma TenBuilders, un’app dedicata a chi vuole dare o ricevere ripetizioni. Questo piccola rivoluzione, come spesso accade, arriva dal basso, è stata ideata da uno studente della Bocconi. Ecco qualche informazione in più su TenBuilders a Roma.

Continue Reading

Commenti disabilitati su La app per fare e ricevere ripetizioni TenBuilders arriva a Roma Studiare a Roma

Read more

Cassazione: gli studenti della Cusano raccontano la loro esperienza

I nostri studenti del 3° anno (clickday e blended) della facoltà di Giurisprudenza, insieme alla Prof.ssa Giannini, hanno vissuto una bellissima esperienza in Cassazione lo scorso novembre. Desiderosi di condividerla con i loro colleghi universitari, ci hanno inviato questo piccolo resoconto per invitarvi al prossimo appuntamento in programma. 😉

“Salve colleghi giuristi, vogliamo raccontarvi la nostra esperienza in Cassazione, che ha avuto luogo il 9 Novembre 2016 in concomitanza con il corso che stavamo seguendo: diritto civile, tenuto dalla Prof.ssa Giannini.

Questa esperienza ha lasciato in tutti noi un mix di sensazioni positive che hanno portato ad un’unica comune evidenza: quella di avere la consapevolezza di essere nel posto giusto e di aver fatto la scelta universitaria giusta.

Durante l’incontro, abbiamo avuto infatti l’opportunità di visitare in toto la struttura della Cassazione, vale a dire aule, cancellerie, biblioteca con accesso al pubblico, aula magna, biblioteca privata dei magistrati e degli avvocati, il tribunale delle acque monitori (considerato un ospite del Palazzaccio e rappresenta il primo grado di giudizio).  Abbiamo poi assistito all’udienza in corso sia in materia penale che civile, tramite le quali abbiamo avuto modo di prendere in analisi i seguenti punti:

  • la diversa composizione nell’intervento delle parti
  • il ruolo del PM
  • il Giudice Relatore
  • la decisione del Giudice che non delibera nell’immediato

Tale esperienza si è conclusa nel rimandarci ad un prossimo appuntamento previsto per il 7 febbraio p.v. per assistere ad una sentenza a Sezione Unite della Corte, alla quale, cari colleghi giuristi, vi invitiamo a partecipare.

Volevamo infine ringraziare il nostro Ateneo che ci permette di formarci non solo tramite lo studio di materie specifiche, ma offre a tutti noi anche possibilità di formarci sul campo attraverso esperienze uniche come questa.”

Data la bellissima esperienza raccontata dai vostri colleghi di giurisprudenza della Cusano, noi vi consigliamo di inserire in agenda questo appuntamento in Cassazione. 😉

 

Commenti disabilitati su Cassazione: gli studenti della Cusano raccontano la loro esperienza Studiare a Roma

Read more

Alternanza Scuola Lavoro: i giovani e Radio Cusano Campus

Anche nel 2017 si rinnova l’impegno della Cusano per il progetto Alternanza Scuola Lavoro, avviato ad Ottobre dello scorso anno.

L’Università Niccolò Cusano ha infatti aperto le porte agli studenti delle scuole superiori per introdurli, attraverso l’esperienza radiofonica e giornalistica, nel mondo del lavoro. Pertanto nell’ambito di quanto previsto dalla legge 107 del 2015 sull’alternanza scuola-lavoro, Radio Cusano Campus, vincitrice delle cuffie d’oro, ospiterà fino ad aprile 2017  gli alunni degli ultimi due anni di alcuni licei e istituti professionali della Capitale.

L’iniziativa, a forte impatto innovativo, è volta all’apprendimento del linguaggio SEO per una buona scrittura sul web e all’affiancamento dei conduttori radiofonici per apprendere le dinamiche interne alla redazione.

I novelli conduttori radiofonici dovranno dunque cimentarsi in diverse attività, tra cui:

  • la lettura critica dei quotidiani sotto la guida del professore di Storia contemporanea della Cusano, Silvio Berardi;
  • preparare una trasmissione radiofonica;
  • svolgere un’intervista;
  • scoprire i segreti della diretta e del montaggio radiofonico;
  • capire come funziona la post-produzione di un programma radiofonico;
  • capire e partecipare alla “costruzione” di un giornale radio.

Il progetto Alternanza Scuola Lavoro dell’UniCusano prevede:

  • 25 ragazzi a settimana ospitati presso Radio Cusano Campus
  • 40 ore settimanali per un progetto formativo che prevede 200 ore per i licei e 400 ore per gli istituti tecnici e professionali
  • al termine del percorso l’Ateneo rilascerà un attestato nominativo che i ragazzi potranno trasformare in crediti scolastici o universitari.

“Crediamo che come Università, e Università innovativa dal punto di vista del lavoro sulla comunicazione, abbiamo tanto da offrire a questi ragazzi – dichiara a Diregiovani Gianluca Fabi, responsabile della Comunicazione della Cusano- Ci siamo messi in ballo, e devo dire che i risultati sono stati eccezionali perché abbiamo ricevuto praticamente da tutte le scuole di Roma richieste a partecipare al nostro progetto di alternanza scuola-lavoro.”radio-cusano-campus

Insomma per il progetto alternanza scuola lavoro noi mettiamo a disposizione: cuffie, microfono e mixer… ora tocca a voi, ragazzi! 😉

Commenti disabilitati su Alternanza Scuola Lavoro: i giovani e Radio Cusano Campus Studiare a Roma

Read more

BIL: aumenta il tuo benessere interno lordo

BIL (benessere interno lordo) e non PIL (prodotto interno lordo). E’ questo l’indicatore che valuta la qualità della nostra vita. Uno dei fattori fondamentali per calcolare il BIL è il tempo; il tempo che riusciamo a dedicare a noi stessi. Il tempo che impieghiamo nel fare ciò che vogliamo fare e ciò che soprattutto ci piace fare: dormire, fare sport o shopping, leggere un libro, o il dolce far niente. Come aumentare il proprio BIL – Benessere Interno Lordo?

  • Concediti del tempo: quante volte dici (a te stessa e agli altri) “non ho tempo”? In realtà questa è una banalissima scusa. Fermati un attimo e chiediti quali sono i tuoi reali bisogni.  Resettare le vecchie abitudini, eliminare tutto ciò che è superfluo e concedersi del tempo. Questa è la vera rivoluzione.  Consiglio: Faccende di casa, ore alla TV o sui social network…sono cose da evitare per staccare la spina dalla routine!
  • Individua il tuo hobby: come riuscire a capire l’hobby per cui siamo portati? Individua in primis i tuoi interessi, considerando i valori da cui non puoi prescindere, e analizza la tua personalità e le competenze che possiedi. In questo modo riuscirai ad individuare il giusto hobby per aumentare il tuo BIL.
  • Pratica l’otium: cioè l’assenza di azioni con grande benefici per la nostra anima. Ecco, per aumentare il tuo benessere interno lordo (BIL) è necessario anche non sentirsi in colpa di fronte al dolce far niente che allevia la psiche.
  • Medita tanto, medita bene: una vera e propria “barretta spirituale”, infatti i benefici della meditazione sono tanti. La mente è più serena. L’umore si stabilisce. Aumenta l’armonia con il mondo circostante. Aiuta nella concentrazione e rende maggiormente consapevoli.
  • Scopri l’X-Factor: scopri cioè il fattore X che aumenta il tuo benessere interno lordo. Potrebbe essere la passione per la poesia, una serata dance con le amiche, la partita a calcetto, ecc.

Il BIL non è soltanto qualcosa di idealistico. Alla fine del 2009, un istituto di ricerca italiano – su mandato del Sole 24 Ore – ha pubblicato la prima classifica del Benessere Interno Lordo delle provincie italiane. I risultati sono riportati in questa tabella:

BIL-BENESSERE-INTERNO-LORDO

Ricchezza e benessere  sono dunque due variabili da considerare. E che sia PIL o BIL, il risultato non cambia: Forlì, Ravenna e Firenze le città migliori in cui vivere; ultime Napoli, Caltanissetta e Siracusa.

E voi che ne pensate? Quali pratiche adottate per aumentare il vostro Benessere Interno Lordo? Raccontatecelo! 😉

Commenti disabilitati su BIL: aumenta il tuo benessere interno lordo Studiare a Roma

Read more

Riprendere gli studi universitari? La tecnica Tornado.

Scegliere se riprendere gli studi universitari non è semplice. Spesso siamo davanti ad un bivio, vorremmo cambiare ma abbiamo paura di fare un passo nell’ignoto. Pro e contro da valutare, pareri contrastanti di amici e familiari, la confusione che balena in testa, quello stato mentale definito Tornado da Bruce Blackstone… ma ricorda che riprendere gli studi universitari oppure no è una scelta solo tua. Ergo, se fai fatica a vedere in maniera chiara e obiettiva le informazioni raccolte, concentrati sull’occhio del tornado: l’intuito.

La tecnica tornado prevede il proiettarsi al di fuori dello stato confusionale in cui siamo per vedere con chiarezza. Nel luogo calmo esterno, abbiamo la possibilità di ascoltarci e valutare le informazioni a nostra disposizione. Dopo di che è il momento di strutturare una buona strategia e rientrare nel tornado per affrontare la situazione. Ricapitolando:

  • Passo numero 1: sii consapevole. Esci dal tornado e ascolta il tuo intuito. Come? Valuta le tue sensazioni e se riprendere gli studi universitari vuol dire per te investire in esperienza e in ricchezza intellettiva non tintinnare nella tua crescita personale.
  • Passo numero 2: struttura una strategia ed entra in azione. Cioè passa dal prendere ciò che capita al creare il tuo futuro professionale. Come? Prefissarsi degli obiettivi è importante quanto raggiungerli. Un obiettivo ben prefissato deve essere S.M.A.R.T, ovvero:
  1. Specifico: non lasciare libertà di interpretazione, ma si chiaro e preciso nel definirlo.
  2. Misurabile: il traguardo deve essere non solo ben definito ma misurabile in maniera oggettiva.
  3. Raggiungibile: valuta la complessità dei tuoi obiettivi per capire se puoi impegnare le tue energie e il tuo tempo. Il segreto sta nel suddividere l’obiettivo in step più piccoli (micro-obiettivi).
  4. Rilevante: il tuo traguardo è prioritario.
  5. Definito nel tempo: fissa una data per raggiungere il tuo obiettivo. E questa la differenza tra un sogno e un obiettivo.

Quindi se il tuo obiettivo è riprendere gli studi universitari, prefissa la data ipotetica in cui conseguire la laurea considerando il tempo a disposizione (ad. esempio quante ore dedichi allo studio post lavoro) e le tue priorità. Valuta se puoi riconoscere eventuali esami già sostenuti presso altri atenei o la tua esperienza professionale (l’Università Niccolò Cusano di Roma offre l’opportunità di ricevere un Riconoscimento CFU gratuito cliccando qui). Il passo successivo è suddividere il traguardo in micro obiettivi: gli esami da sostenere in questa sessione d’esame.

Adesso che abbiamo capito come riprendere gli studi universitari, sei pronto a raggiungere l’obiettivo e conseguire la laurea? 😉

Commenti disabilitati su Riprendere gli studi universitari? La tecnica Tornado. Studiare a Roma

Read more

Opinioni Unicusano: l’esperienza di un laureato.

Opinioni Unicusano: quale modo migliore di percepirle se non attraverso la testimonianza e l’esperienza di chi l’ha vissuta realmente? Storie comuni. Storie vere. Storie di studenti determinati a raggiungere i propri sogni e obiettivi. Abbiamo intervistato Marco Mora, ex studente dell’Università Niccolò Cusano e attualmente inserito nell’area marketing di Ray Radio Milano.  Un progetto radiofonico giovane, nato nel 2015, e fatto da giovani: da 13 ragazzi che, partendo dalla passione comune per la musica, hanno deciso di guardare nella stessa direzione, per dire si alla musica e no all’omologazione.

Ciao Marco, come hai conosciuto l’Università Niccolò Cusano?

Sono venuto a conoscenza dell’Università Niccolò Cusano attraverso una scuola privata di Frosinone che collaborava con loro. Mi sono laureato a novembre 2015 e ora sto frequentando un corso d’inglese B2. Al momento gestisco la funzione marketing di una web radio milanese (Ray Radio Milano), ma punto in alto… sono determinato e ho molte ambizioni!

Se dovessi descrivere la tua esperienza presso l’Ateneo romano con 3 aggettivi… quali useresti per dire le tue opinioni sull’Unicusano?

In primis, direi insperata perché ritenevo il conseguimento della laurea un traguardo ormai fuori tempo massimo. Ma anche un’esperienza appassionante e intensa.

Suggerimenti: cosa cambieresti?

Quello che vorrei cambiare non è qualcosa di interno all’università, quanto all’esterno. Purtroppo nell’immaginario collettivo l’idea dell’Università telematica è ancora legata ad un’immagine in totale contrasto con la realtà; mi piacerebbe che i più si rendessero conto che le università telematiche, in particolare l’Unicusano, sono istituti seri che formano sapientemente gli studenti e che, di questi ultimi, solo gli elementi realmente validi e motivati riescono a concludere il percorso accademico, un percorso meraviglioso ma allo stesso tempo impegnativo e selettivo.

Hai mai fatto un rito scaramantico prima di un esame? Se sì, quale?

Il mio rito propiziatorio prima degli esami? Non so se può essere definito proprio così, ma durante il viaggio verso il campus di Roma ascoltavo musica rock a tutto volume. La musica trasmette una carica energetica da non sottovalutare.

Prospettive future: ci hai detto di essere molto ambizioso, fra 10 anni dove ti vedi?

Mi vedo assolutamente a Milano. Il mio sogno è quello di lavorare all’interno della funzione marketing di una realtà aziendale moderna e dinamica. Per me Milano è la “capitale del marketing”.

La tua citazione preferita?

“La più grande difficoltà nasce non tanto dal persuadere la gente ad accettare le nuove idee, ma dal persuaderli ad abbandonare le vecchie.” di John Maynard Keynes. Amo questo aforisma da sempre, e sono stato molto felice di averlo incontrato nel materiale di politica economica. Il corso della prof.ssa Sbiroli è già di per sé un ottimo motivo per iscriversi alla Niccolò Cusano. 😉

E come ben detto da Marco, il difficile sta proprio nell’abbandonare le vecchie abitudini, idee, convinzioni e anche le errate opinioni sull’Unicusano.

Grazie Marco per averci concesso il tuo tempo e un grande in bocca al lupo per i tuoi sogni e progetti. 🙂

Commenti disabilitati su Opinioni Unicusano: l’esperienza di un laureato. Studiare a Roma

Read more

L’Università Niccolò Cusano lancia l’infografica #100giorni alla maturità

Il 14 marzo scattano i 100 giorni all’esame di maturità 2016.
Per l’occasione, l’Università Niccolò Cusano lancia l’infografica #100giorni alla maturità, dedicata ai maturandi di Roma e non solo. L’infografica illustra origini e curiosità su questo antico rito che viene festeggiato da 2 maturandi su 3, tradizioni scaramantiche (ad es. la benedizione delle penne al santuario di San Gabriele), idee e progetti per festeggiare i 100 giorni che separano gli studenti alla prima prova d’esame della maturità.
A Roma la tradizione vuole che si raccolgano fondi attraverso la realizzazione di progetti creativi che aiutino a finanziare viaggi o cene con i compagni di classe. La tecnologia oggi consente di utilizzare anche nuovi metodi, come ad esempio il crowdfunding per finanziare i 100 giorni alla maturità tramite concerti, libri o lo sviluppo di app.
Scopri di più nella nostra infografica. 🙂

Copia e incolla il codice sottostante per pubblicare l’infografica sul tuo sito:



Copia e incolla il codice sottostante per pubblicare l’infografica sul tuo sito:

Comments (6) Studiare a Roma

Read more