informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Specializzarsi in Diritto delle Assicurazioni con Unicusano

Commenti disabilitati su Specializzarsi in Diritto delle Assicurazioni con Unicusano Studiare a Roma

Nell’ottica ormai risaputa ed accettata della necessità di completare i propri studi accademici col giusto master, esistono delle strade che si inseriscono in vie note che, però, nel tempo hanno perso smalto. E’ il caso del settore assicurativo su cui, negli anni, s’è radicata una convinzione che non ci fosse un livello così elevato di professionalità. A prescindere dal fatto che, come spesso accade per i luoghi comuni, la cosa non era affatto vera, va detto che Unicusano offre a tutti gli addetti la possibilità di smarcarsi del tutto da questo gap. Come? Come sempre con la cultura che si declina in formazione che si concretizza in uno studio che vi porterà a specializzarsi in Diritto delle Assicurazioni. Lo scopo di questa mini-guida è quello di darvi tutte le prime informazioni su questo iter didattico ma anche gli strumenti per poi andare più a fondo sul web, sia esso generico che legato nei nostri canali ufficiali. Fate una buona lettura.

Specializzarsi in Diritto delle Assicurazioni. Questa potrebbe essere una buona idea se già state lavorando in questo settore o se avete in mente di farlo a breve. Perché la concorrenza è tremenda e la diffidenza dei clienti è altissima.

Il miglior modo per convincere un cliente sui propri prodotti assicurativi è mostrare sicurezza, ma non derivante da tracotanza o strafottenza bensì da preparazione e know-how.

Ecco perché fa al caso vostro il master ad hoc di Unicusano che in 1500 ore di lezioni vi darà sul tema una visione moderna e, quindi, interdisciplinare che si snoda in queste materie:

  1. Il codice delle assicurazioni;
  2. L’Isvap: l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni;
  3. Decreto Bersani sulle assicurazioni;
  4. Il contratto di assicurazione;
  5. Le assicurazioni contro danni;
  6. Le assicurazioni della responsabilità civile;
  7. L’assicurazione RC auto;
  8. Fondi pensione;
  9. Sanzioni e aspetti processuali;
  10. La responsabilità professionale nel settore delle professioni giuridiche;
  11. La responsabilità civile dei pubblici dipendenti;
  12. La responsabilità professionale alla luce della nuova giurisprudenza normativa.

Sostenendo un costo annuale di 800 euro, potrete così ambire ad una crescita professionale riconosciuta ed utile per il proseguo della vostra carriera.

Come diventare broker assicurativo

Per ambire ad essere questo genere di professionista dovete essere in possesso di questi requisiti previsti dall’art. 110 del D.Lgs n. 209/2005 e dal Regolamento ISVAP n. 5/2006 che sono:

  • Partita IVA;
  • Iscrizione nella Sez. B del RUI.

Come funziona iscrizione al RUI

Tutto inizia il 1 febbraio 2007, data in cui diventa operativo il Registro Unico degli intermediari gestito dall’Ivass (ex-Isvap).

La natura del RUI è di garanzia perché al suo interno sono contenuti tutti i dati di chi svolge attività di intermediazione assicurativa e riassicurativa sul territorio italiano, residenti o con sede legale in Italia.

Se volete sapere chi può iscriversi al Rui, la risposta è tutti coloro che, a qualsiasi titolo, intervengono e operano nella filiera della distribuzione assicurativa. Gli iscritti si dividono in due categorie:

  1. persone fisiche: in tal caso, chi consulta il Registro ottiene informazioni anagrafiche, il numero e la data di iscrizione. In caso di agenti e produttori diretti, viene indicata anche la denominazione sociale delle imprese di assicurazione per cui essi svolgono l’attività di intermediazione;
  2. società: in questo caso sono riportate la ragione o denominazione sociale, la sede legale ed eventuali sedi secondarie, il numero e la data di iscrizione.

Essere agente assicurativo nel 2017

L’essenza di questa professione nel nuovo millennio sta tutta nel master Unicusano che vi darà opportunità di specializzarsi in Diritto delle Assicurazioni.

Dovete considerare che avrete a che fare con due figure ormai evolute: la concorrenza e i clienti. La prima ha alzato l’asticella della qualità di molto per cui sta a voi mostrare un know-how assicurativo alto a livello con gli altri (o meglio). I clienti si sono ormai fatti più esperti e tendono ad informarsi e a confrontarsi in rete per cui non avete alcuna chance di prenderli in giro.

Essere un agente assicurativo nel 2017 vuol dire sapersi comunicare bene. Attraverso un sapiente uso dei social network, infatti, potrete mostrare preparazione e professionalità ed anche raccontare i vostri piccoli successi che contribuiranno a fare avvicinare nuove utenti al vostro lavoro.

Come gestire la concorrenza del web sulle polizze

Dovete partire dall’idea che molto spesso i prodotti assicurativi sul web costano meno oggettivamente.

Non si tratta per forza di bufale o truffe. Non ci sono delle strutture fisse e quindi è possibile per alcune aziende tirare giù il margine di guadagno e di conseguenza il costo all’utente finale.

O cercate di limare anche voi la vostra offerta o, se questo è impossibile per riscontrabili limiti strutturali, giustificate il vostro surplus con qualcosa che date solo voi e cioè rapporti umani. Seguite il cliente, consigliatelo e dategli sempre la sensazione di essere importante e non dei soldi in entrata per il vostro business.

Quello che questa mini-guida vi ha detto circa lo specializzarsi in Diritto delle Assicurazion, e del relativo master Unicusano, lo potete e dovete rimpinguare in rete. Un po’ farete da soli ma molto potrete fare con noi leggendo tutti i giorni i post che mettiamo sul blog universitario di Roma. Non solo. Se ci porrete domande sul tema attraverso l’apposito form, sarà nostra premura fugare ogni vostro dubbio in modo chiaro e senza filtri.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali