informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Tracce temi maturità: quando escono e come affrontarle

Commenti disabilitati su Tracce temi maturità: quando escono e come affrontarle Studiare a Roma

Finalmente ti trovi nell’ultimo anno scolastico: il quinto superiore è arrivato, ma a fare da contraccolpo alla leggerezza percepita per questa sensazione che speravi di provare da tempo, c’è un pensiero costante, ossia la prova di maturità.

Inutile fingere: a prescindere da quanto tempo ancora ti separi dagli esami di stato, è inevitabile pensarci su per cominciare a familiarizzare con una realtà che si dovrà affrontare quanto prima.

Ma come si fa a vivere questo evento nella maniera più sana possibile? Per assicurarti di arrivare davanti alla commissione con la giusta predisposizione, esistono dei piccoli accorgimenti da tenere in considerazione.

Innanzitutto, se hai la fortuna di avere ancora un ampio margine di anticipo, inizia a prepararti in tempo su tutto quello che dovrai superare, facendo ordine tra gli argomenti, studiando progressivamente ogni singola materia senza lasciarti nulla alle spalle; ti semplificherai la vita.

Poi, tra tutte le prove di maturità, la prima – che apre ufficialmente le danze – è quella che genera un discreto potenziale di ansia. Come si affrontano le tracce e i vari temi della prima prova scritta? Scoprilo in questo articolo.

In che modo ci si prepara per le tracce della maturità

La prima prova scritta dell’esame di maturità è lo spauracchio di molti studenti, soprattutto di coloro i quali non amano riempire un foglio bianco davanti a sé, senza provare una forte ansia da prestazione. Il suo scopo, di fatto, è quello di accertare la padronanza linguistica dello studente e la qualità argomentativa delle sue riflessioni. Niente paura, avrai un tempo di 6 ore per lo svolgimento. Fai un respiro lungo e leggi le informazioni relative ad ogni singola traccia.

Quali sono i tipi di tracce

Lo scritto di italiano è uguale per tutti gli studenti, a prescindere dal loro indirizzo di studio, perché scelto dal Miur. Le tipologie di tracce sono 3 e si dividono in questo modo:

  • Prima prova maturità, tipologia A – traccia dell’analisi del testo: in questo caso, lo studente può scegliere di affrontare due tipologie di analisi del testo tra un brano di prosa e una poesia. L’identità dell’autore italiano varia in quel periodo storico che va dall’Unità d’Italia fino ai giorni nostri;
  • Prima prova maturità, tipologia B – testo argomentativo: si tratta di una traccia che dà la possibilità di poter scegliere tra diversi ambiti di interesse, come quello storico, artistico, filosofico, storico, letterario, sociale, tecnologico e scientifico. A seconda quindi delle proprie velleità o degli interessi in cui ci si sente più ferrati, gli studenti potranno decidere a cosa dedicarsi;
  • Prima prova maturità, tipologia C- traccia del tema di attualità: questa opzione di solito include argomenti accaduti recentemente, magari ampiamente dibattuti dai media, che possano quindi essere sviluppati dagli studenti che potrebbero sentirsi a loro agio nell’esprimersi su tematiche talvolta vicine alle loro esperienze.

Come si affrontano i temi delle tracce

Il dubbio che impera incontrastato nelle menti degli studenti, riguarda la scelta da effettuare una volta seduti su quel banco dal quale non potranno scollarsi per un quantitativo di ore piuttosto importante.

Andando per ordine, l’analisi del testo è l’opzione verso la quale propendono i maturandi che ritengono di essere più preparati sugli autori della letteratura italiana, sia sul contesto storico di appartenenza che sui vari stili usati. La valutazione verterà sulla capacità di scrittura, la conoscenza della lingua e della letteratura e sulle abilità necessarie per spiegare il testo in questione, da cui si evincono le sue caratteristiche formali.

Per quanto riguarda, invece, il testo argomentativo, segue una procedura ben definita. Si parte da un tema che lo studente, nel corso del suo scritto, deve affrontare per convincere il lettore a determinare una specifica tesi. Per raggiungere questo scopo, si appellerà ad esempi, fonti autorevoli, con dati alla mano per connotare il testo di maggiore credibilità.

Ragion per cui, quando si sceglie un testo argomentativo, sia che tratti di argomenti storici che d’attualità, è opportuno che il maturando disponga di una certa sicurezza per la materia che decide di affrontare, poiché il fine ultimo è quello di affermare uno specifico punto di vista.

Le tracce di tipo C sono un “jolly” e vengono scelte soprattutto da chi segue con attenzione i fatti di cronaca e gli argomenti più “caldi” del momento.

Come scrivere il tema della maturità

Infine, vogliamo darti tre consigli per approcciare al meglio al tema della maturità, validi per qualunque traccia tu scelga:

  • Leggi con attenzione la traccia. Rimanere in tema è fondamentale; per questo ti consigliamo di leggere con attenzione quanto richiesto dalla traccia
  • Gestisci bene i tempi. Hai molte ore a disposizione, ma tieni sempre sotto controllo l’orologio per capire quanto tempo manca alla fine della prova
  • Fai una brutta copia. Fai delle riflessioni su un foglio di prova e inizia a ragionare sugli argomenti da trattare nel tema, prima di farlo in bella copia

Ora non ti resta che metterti alla prova!

***

Credits Immagine: DepositPhotos / Malija

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali