informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Inventori famosi: 5 personaggi che hanno fatto la storia

Commenti disabilitati su Inventori famosi: 5 personaggi che hanno fatto la storia Studiare a Roma

Curioso di scoprire chi sono gli inventori famosi che hanno rivoluzionato la storia?

In questa guida ti sveleremo i nomi degli scienziati più celebri di tutti i tempi, che hanno portato nei loro rispettivi campi innovazioni che hanno cambiato i nostri stili di vita e le nostre abitudini.

Nel corso dei secoli, molti scienziati italiani e non hanno dato vita ad oggetti che oggi possono quasi sembrarci di uso comune, ma che in realtà hanno segnato un punto di svolta importante in diversi campi, dall’astronomia all’ingegneria. Pensiamo, ad esempio, al cannocchiale, agli antibiotici, ai computer.

Vediamo ora quali sono inventori e invenzioni sinonimo di innovazione e progresso che hanno cambiato le nostre vite.

5 scienziati famosi che dovresti conoscere

Iniziamo subito il nostro viaggio alla scoperta di 5 storie di inventori famosi che dovremmo assolutamente ricordare.

LEGGI ANCHE – App su Roma: ecco le 8 da scaricare assolutamente

Galileo Galilei

Il primo tra gli inventori italiani famosi nel mondo di cui vogliamo parlare è Galileo Galilei.

Vissuto tra il 1500 e il 1600, Galileo Galilei rappresenta ciò che oggi definiremmo una personalità eclettica: è stato un fisico, astronomo, filosofo e matematico italiano, considerato il padre della scienza moderna.

Galileo è celebre per aver apportato tanti contributi in diversi campi, come la dinamica e l’astronomia. Proprio sull’astronomia, Galileo si costruì un cannocchiale da solo ed iniziò ad osservare il cielo. Il frutto dei suoi studi fu il primo trattato in cui il moto della Luna, di Venere e dei satelliti di Giove venivano descritti con dati tratti dall’osservazione diretta.

La paternità vera e propria del cannocchiale è in realtà ancora dibattuta, nonostante si tenda ad attribuirla a Galileo. Le prime raffigurazioni di questo strumento appaiono infatti nei quadri di un pittore fiammingo: Jan Brueghel il Vecchio (1568-1625).

Ricordiamo Galileo anche per aver aver sostenuto il sistema eliocentrico e per aver introdotto il metodo scientifico, dando vita secondo molti alla scienza moderna.

Alexander Fleming

Ci spostiamo ora nel piano della medicina e della biologia, parlando di un grande inventore britannico: Alexander Fleming.

Fleming merita un posto d’onore tra gli scienziati famosi per aver scoperto l’enzima lisozima nel 1922 e la penicillina nel 1928, una delle invenzioni del secolo più significative. La scoperta della penicillina valse a Fleming il premio Nobel per la medicina.

A partire dal 1941, la penicillina viene utilizzata contro infezioni batteriche, distruggendo la maggior parte dei batteri Gram positivi. Nel 1943, per curare i soldati della Seconda guerra mondiale, gli USA iniziarono a produrre penicillina a livello industriale, sancendo così l’inizio di una vera e propria era per la farmacoterapia moderna.

Guglielmo Marconi

Nell’elenco degli inventori famosi italiani non può mancare Guglielmo Marconi.

Grazie agli studi di Guglielmo Marconi è stato sviluppato un sistema di comunicazione con la telegrafia senza fili via onde radio o radiotelegrafo che ottenne notevole diffusione.

La diretta evoluzione di questo sistema è alla base di tutti quei mezzi che utilizzano la comunicazione senza fili, dalla radio alla TV.

Questa scoperta valse a Marconi il Nobel per la fisica nel 1909.

Alan Turing

Una delle personalità più brillanti del Novecento fu Alan Turing, matematico, logico e crittografo britannico, considerato tra i padri dell’informatica.

A Turing dobbiamo l’invenzione di quella che oggi conosciamo come la “macchina di Turing”, un potente strumento teorico impiegato nella teoria della calcolabilità e nello studio della complessità degli algoritmi.

Turing fu uno dei più brillanti crittoanalisti che operavano in Inghilterra: nel secondo conflitto mondiale, il matematico era impiegato nella decifrazione dei messaggi scambiati da diplomatici e militari delle Potenze dell’Asse.

Purtroppo morì suicida molto giovane, presumibilmente per le vessazioni subite dal governo inglese per via della sua presunta omosessualità.

Thomas Edison

Chiudiamo la nostra top five degli inventori famosi con Thomas Edison. Edison può essere considerato come uno degli inventori più prolifici del suo tempo, con più di 1000 brevetti registrati a suo nome.

Nel 1880 registrò il suo brevetto per la lampada a incandescenza, definita come l’invenzione che doveva “illuminare il mondo”.

Tra le invenzioni più note di Edison:

  • Il fonografo, uno dei primi strumenti progettati per poter registrare e riprodurre un suono;
  • Il cinetofono, una sorta di macchina da ripresa ante litteram;
  • Il cinetoscopio, precursore del proiettore cinematografico;
  • Il tasimetro, lo strumento che misura la radiazione infrarossa;
  • La sedia elettrica, tristemente nota per essere uno degli strumenti tutt’ora utilizzati per le condanne a morte.

Le 10 invenzioni del secolo memorabili

Come ultimo paragrafo di questa guida dedicata agli inventori famosi, facciamo una rapida top ten delle invenzioni del XX e del XXI secolo che hanno avuto un impatto fortissimo sulle nostre vite:

  • World Wide Web
  • Social network
  • Stampanti 3D
  • Smartphone
  • Libri elettronici
  • Moneta digitale e criptovalute, come i Bitcoin
  • Aeroplani
  • Televisione
  • Alcuni vaccini, come quello per la poliomielite
  • Energia nucleare

LEGGI ANCHE – Come si usa Skype: guida all’utilizzo del programma

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali