informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea in psicologia?

Commenti disabilitati su Come scegliere l’argomento della tesi di laurea in psicologia? Studiare a Roma

Ci siamo: finalmente hai concluso tutti gli esami e ti attende la tesi finale. L’indecisione prende il sopravvento e ti ritrovi a cercare “argomento tesi si laurea di psicologia” al pc. Sappiamo bene quanto sia impegnativa la scelta dell’argomento da trattare: se hai frequentato un Corso di Laurea in Psicologia Triennale  o Magistrale, questo momento è uno dei più delicati in assoluto.

Molti studenti arrivano a laurearsi in psicologia (ma non solo in questa facoltà!) e cadere in panico per l’esame finale. È essenziale che la tesi sia un argomento di tuo interesse. Non deve annoiarti, perché in sede d’esame questo si noterebbe. Si nota subito quando qualcuno parla di qualcosa che lo appassiona e quando invece, lo fa forzatamente. In questa guida troverai delle idee per tesi di psicologia, ma non solo: la cosa più importante è capire in che modo scegliere il tema da trattare, dandoti spunti su cui riflettere e partire a fare ricerche. Iniziamo subito.

Guida alla scelta dell’argomento per la tesi in psicologia

Per scegliere il giusto argomento di tesi di laurea in psicologia, occorre fare una ricerca accurata. Parti dalle tue passioni, chiedendo il sostegno e dei consigli al tuo relatore ma anche facendo un esame della bibliografia. Per un aiuto in più, abbiamo selezionato anche delle idee per l’argomento tesi di laurea psicologia. Vediamo tutto quello che dovresti sapere su come scrivere una tesi di laurea in psicologia.

#1 – Parti dalle tue passioni

Scrivere una tesi di laurea psicologia sarà un sentiero tortuoso. Dovrai gestire un carico di lavoro non da poco e, per questo, è fondamentale che l’argomento sia scelto nel modo giusto. L’argomento tesi di laurea psicologia deve rispecchiare le tue passioni. Per cominciare, individua almeno 3 passioni su cui potresti costruire la tua tesi. Come? Prova a rispondere a queste domande:

  • C’è una causa che ho particolarmente a cuore?
  • A cosa mi piacerebbe dedicarmi nel futuro?
  • Di cosa parlerei per ore senza stancarmi?

Ricordati che più l’argomento sarà circoscritto, più per te sarà facile svilupparlo. Dunque, fin da subito scegli un ambito ben specifico, non perderti in cose troppo generiche e dispersive.

#2 – Tesi sperimentale o compilativa?

Una delle scelte più importanti da fare riguarda la tipologia di lavoro che vorresti affrontare: tesi sperimentale o compilativa? Definire questo aspetto è fondamentale per la scelta dell’argomento e ti consente di mettere a fuoco fin da subito le tematiche e gli approcci utili per sviluppare il tuo lavoro.

Ma quali sono le differenze tra le due?

  • La tesi sperimentale, come lo stesso nome suggerisce, prevede uno studio e un’analisi “sul campo” di un particolare caso, offrendo un lavoro unico basato su una ricerca circoscritta. In questo caso, ci sarà un obiettivo da raggiungere e una serie di azioni da portare avanti per confutare una tesi. Si tratta generalmente di un lavoro più lungo, che richiede l’utilizzo di strumenti come interviste, questionari, stage, osservazione partecipante
  • La tesi compilativa, invece, prevede la rilettura di teorie e concetti già elaborati da altri, facendo riferimento a un gran numero di fonti, che comprendono libri, saggi, articoli, e quant’altro. Non si tratta di un riassunto, ma di offrire una fotografia inedita di un determinato argomento, a partire da fonti pre esistenti

#3 – Chiedi sostegno al tuo relatore

Se scarseggiano le idee, chiedi un sostegno al tuo relatore. Chiedere consiglio al relatore per delle idee tesi di laurea triennale scienze e tecniche psicologiche infatti, è sempre un bene. Potrebbe darti degli spunti validi per sviluppare la tua tesi di laurea psicologia. Non solo: eviterai, quando giunge l’ora della correzione, di ritrovarti a dover fare fin troppi sconvolgimenti.

Il tuo relatore è a tua disposizione proprio per aiutarti in questo percorso: esprimigli i tuoi dubbi e le tue perplessità senza timori. In questo modo potrai trarre spunti utili per iniziare il tuo lavoro, avere qualche traccia bibliografica su cui iniziare a riflettere e immaginare la costruzione della tua tesi.

#4 – Fai un primo esame della bibliografia

La bibliografia è l’insieme di tutte le fonti che hai consultato per poter scrivere la tua tesi di laurea triennale scienze e tecniche psicologiche. Questa non può servirti esclusivamente quando l’argomento per la tesi di laurea in psicologia l’hai già scelto, anzi. Consulta fonti differenti per farti delle idee. Sfoglia i testi che più ti piacciono o più chiari, ordinati, dettagliati. “Partire dalla fine” alle volte può essere di grande aiuto, poiché se già trovi dei testi coinvolgenti, il lavoro che svolgerai dopo sarà anche più agevolato.

Per individuare una bibliografia preliminare di base, ci sono alcuni metodi che potresti applicare:

  • Recati in biblioteca. Consultare gli elenchi digitali della biblioteca e esaminare i testi disponibili su un dato argomento ti aiuterà ad avere una visione panoramica dello stesso e capire quanto è trattato in letteratura. Questo processo è fondamentale soprattutto se desideri svolgere una tesi di tipo compilativo
  • Chiedi al tuo relatore. Come abbiamo detto, il relatore è la tua migliore risorsa. Chiedi il suo aiuto per una prima bibliografia utile
  • Leggi la bibliografia di libri importanti su quell’argomento. Per risalire a fonti interessanti, la cosa migliore da fare è consultare le fonti di chi, prima di te, ha già svolto un lavoro di ricerca e di analisi su un determinato argomento
  • Leggi articoli scientifici. I paper scientifici sono utilissimi per individuare la tua bibliografia. Anche in questo caso, consulta le fonti e inizia a stilare un elenco dei libri che potrebbero esserti utili per il tuo lavoro

Idee di argomenti per la tesi in psicologia

Passiamo ora ad un piccolo elenco di esempi di argomenti tesi di laurea psicologia.

Argomenti per psicologia dello sviluppo

  • Sviluppo e educazione dei “bambini felici di Summerhill”
  • Gli effetti dei videogiochi violenti sul comportamento degli adolescenti
  • Linguaggio del gioco simbolo Piaget Winnicott
  • Sviluppo e educazione dei bambini Huaorani sino ai tre anni di età nella Comunità di Guiyero
  • Una valutazione globale dello sviluppo personale, sociale ed emotivo dei bambini prematuri attraverso le Scale Griffiths III

Argomenti per psicologia del lavoro

  • Career counseling e career coaching: definizioni e attività
  • Differenze di genere relativamente ai ruoli assunti nel mondo del lavoro
  • Stress lavoro-correlato negli agenti di polizia penitenziaria
  • Pregiudizio e discriminazione (omofobia, sessismo, razzismo) durante il lavoro

Su come scegliere l’argomento della tesi in psicologia abbiamo detto tutto, per oggi: se vuoi saperne di più sulla Facoltà di Psicologia a Roma Unicusano, consulta il sito web o compila il form per ricevere informazioni personalizzate.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali